mammhut:

pinokkioribelle:

CHOC: REGIONE LIGURIA CHIUDE OSPEDALE, LO TRASFORMA IN ‘OSTELLO PER CLANDESTINI

su su!!! un po’ di sacrificio

benzina ….e un cerino! puff..

mammhut:

pinokkioribelle:

CHOC: REGIONE LIGURIA CHIUDE OSPEDALE, LO TRASFORMA IN ‘OSTELLO PER CLANDESTINI

su su!!! un po’ di sacrificio

benzina ….e un cerino! puff..

17 note

corallorosso:

“Dopo quell’infame pestaggio che costò la vita al mio amico, gli stessi poliziotti diffusero la notizia che Aldro fosse un bestione di due metri per novanta chili, tossicodipendente, dal collo taurino e con la schiuma che gli usciva dalla bocca per la rabbia. Poco importa che tutto questo fosse falso, perché basta creare questo personaggio mostruoso, oscuro, inumano, per fare leva sulle paure più ancestrali e irrazionali delle persone e ottenere il loro consenso senza che facciano troppe domande. Tanto che ancora oggi, in qualche bar della città, è possibile trovare qualche bifolco disposto a dichiarare che Aldro dopotutto se l’è cercata perché era drogato, brutto, grosso e cattivo. Tutti abbiamo paura dell’uomo nero, dello sbandato, tossico, che ci aggredirà e deruberà in un vicolo freddo e buio quando meno ce lo aspettiamo”. “Nessuno, invece, fa mai incubi ambientati in uffici in cui alte cariche dello Stato, sedute su comode poltrone, discutono quale sia la strategia migliore per insabbiare l’ennesimo brutale atto di repressione realizzato dalle cosiddette forze dell’ordine. Nessuno fa mai incubi riguardanti depistaggi, omissioni di atti d’ufficio e favoreggiamento, riammissione in servizio di poliziotti che hanno disonorato la divisa con un omicidio. Eppure è proprio questo genere di crimini ad avere un impatto devastante sulla nostra società democratica, ma non ci colpiscono emotivamente quanto lo spauracchio di un ipotetico brutto tipo che potremmo incontrare una sera. Beh, forse faremmo meglio a scegliere con più cura i protagonisti dei nostri incubi”. Paolo, amico di Federico Aldrovandi
Paolo ha sposato Matilde. Come giorno del matrimonio ha scelto la data di ieri, 17 luglio 2014. Quando Federico avrebbe compiuto 27 anni.

corallorosso:

“Dopo quell’infame pestaggio che costò la vita al mio amico, gli stessi poliziotti diffusero la notizia che Aldro fosse un bestione di due metri per novanta chili, tossicodipendente, dal collo taurino e con la schiuma che gli usciva dalla bocca per la rabbia. Poco importa che tutto questo fosse falso, perché basta creare questo personaggio mostruoso, oscuro, inumano, per fare leva sulle paure più ancestrali e irrazionali delle persone e ottenere il loro consenso senza che facciano troppe domande. Tanto che ancora oggi, in qualche bar della città, è possibile trovare qualche bifolco disposto a dichiarare che Aldro dopotutto se l’è cercata perché era drogato, brutto, grosso e cattivo. Tutti abbiamo paura dell’uomo nero, dello sbandato, tossico, che ci aggredirà e deruberà in un vicolo freddo e buio quando meno ce lo aspettiamo”.

“Nessuno, invece, fa mai incubi ambientati in uffici in cui alte cariche dello Stato, sedute su comode poltrone, discutono quale sia la strategia migliore per insabbiare l’ennesimo brutale atto di repressione realizzato dalle cosiddette forze dell’ordine. Nessuno fa mai incubi riguardanti depistaggi, omissioni di atti d’ufficio e favoreggiamento, riammissione in servizio di poliziotti che hanno disonorato la divisa con un omicidio. Eppure è proprio questo genere di crimini ad avere un impatto devastante sulla nostra società democratica, ma non ci colpiscono emotivamente quanto lo spauracchio di un ipotetico brutto tipo che potremmo incontrare una sera. Beh, forse faremmo meglio a scegliere con più cura i protagonisti dei nostri incubi”.

Paolo, amico di Federico Aldrovandi

Paolo ha sposato Matilde. Come giorno del matrimonio ha scelto la data di ieri, 17 luglio 2014. Quando Federico avrebbe compiuto 27 anni.

15 note

corallorosso:

Arturo è l’animale più triste del mondo

DI FULVIO CERUTTI (AGB)

Ha pochi metri a disposizione per muoversi. Una piscina d’acqua profonda appena 50 centimetri e le pareti della sua “casa” sono fatte di cemento dove i raggi solari arrivano impietosi portandosi il caldo del Sud America. Sono queste le condizioni in cui vive Arturo, un orso polare rinchiuso nello zoo di Mendoza, una città al centro dell’Argentina.
Non è quindi difficile capire perché si sia aggiudicato il titolo di animale più triste del mondo. Arturo vive in queste condizioni da 20 anni e le sue cattive condizioni fisiche e mentali sono ormai sotto gli occhi di tutti: l’orso ha da tempo comportamenti anomali, tipici di un animale depresso che vive in una condizione inaccettabile. Condizione che si è andata ad aggravare da quando, due anni fa, la sua amica Pelusa è deceduta. Da quel giorno Arturo si è chiuso in una solitudine assoluta.
Greenpeace ha già raccolto oltre 160mila firme per chiederne il trasferimento in una struttura canadese dove potrebbe vivere gli ultimi anni della sua vita in condizioni migliori, almeno in condizioni ambientali che ricordino il suo habitat naturale e non i 40° raggiunti spesso nell’estate argentina.

7 note

POTETE UN ATTIMO PRESTARE ATTENZIONE 
A CHI HA AZIENDE, O SI TROVA IN DIFFICOLTA’  A PAGARE LE TASSE ..PUO’ INTERESSARE, FATELO GIRARE ..ALMENO UNA VOLTA CAVOLO..FACCIAMO QUALCOSA CHE POSSA AIUTARE LA GENTE CHE SI SUICIDA PER LO STATO, INVECE DI POSTA’ BARZELLETTE? se non volete condividerla non mi interessa SALVATE LA FOTO E FATELA VOSTRA..MA FATELA GIRARE..

POTETE UN ATTIMO PRESTARE ATTENZIONE 

A CHI HA AZIENDE, O SI TROVA IN DIFFICOLTA’  A PAGARE LE TASSE ..PUO’ INTERESSARE, FATELO GIRARE ..ALMENO UNA VOLTA CAVOLO..FACCIAMO QUALCOSA CHE POSSA AIUTARE LA GENTE CHE SI SUICIDA PER LO STATO, INVECE DI POSTA’ BARZELLETTE? se non volete condividerla non mi interessa SALVATE LA FOTO E FATELA VOSTRA..MA FATELA GIRARE..

10 note

verita’

Mi piacerebbe starti accanto mentre dormi ed essere lì con te al tuo risveglio…

 No grazie ce l’ho già un comodino

11 note

ci stiamo preparando..chi ne vuole sapere di piu’..

segua su Twitter 

grazie..

jovanottithemepark:

pezzi del mio studio.

Lorenzo…vabbe’ niente!!! spero presto di rivederti in tour presto.

l anno scorso a Palermo sei stato SUPERLATIVO.. sempre the best!

42 note

Non riescono a fermare lo sfratto di una centenaria, e pretendono di fermare una guerra.

State zitti.

(via mammhut)

8 note

jovanottithemepark:

sabato 12 luglio session nel Karakorum studio Cortona Italia saturnino69 

50 note